ladies ugg boots Visitabilità disimpegno con 4 porte per sogg

ugg slippers Visitabilità disimpegno con 4 porte per sogg

Buongiorno vorrei avere delle delucidazioni riguardo alle dimensioni da utilizzare per un disimpegno.

Questo spazio disimpegna il soggiorno, il wc e 2 camere. è un monolocale vorrei disegnare un disimpegno il più piccolo possibile prevedendo magari di utilizzare delle porte scorrevoli.

Vi spiego in modo che possiate immaginare il contesto: dal soggiorno accedo al disimpegno e qui mi ritrovo a sinistra la porta della camera, di fronte il wc e a destra l’altra camera.

Che dimensioni utilizzereste voi?

E’ abbastanza urgente, vi ringrazio in anticipo per le risposte.

Le dimensioni minime dei disimpegni di progetto, più che dalla nostre opinioni e preferenze progettuali, sono dettate dalla normativa per il superamento delle barriere architettoniche. 236/89:

punto 8.1.9 Percorsi orizzontali e corridoi

“I corridoi o i percorsi devono avere una larghezza minima di 100 cm, ed avere allargamenti atti a consentire l’inversione di marcia da parte di persona su sedia a ruote ( Vedi punto 8.0.2 spazi di manovra). Questi allargamenti devono di preferenza essere posti nelle parti terminali dei corridoi e previsti comunque ogni 10 m di sviluppo lineare degli stessi.

Per le parti di corridoio o disimpegni sulle quali si aprono porte devono essere adottate le soluzioni tecniche di cui al punto 9.1.1, nel rispetto anche dei sensi di apertura delle porte e degli spazi liberi necessari per il passaggio di cui al punto 8.1.1; le dimensioni ivi previste devono considerarsi come minimi accettabili”

Detto questo, aggiungo poi che un disimpegno largo 1,10 1,15 ml possa essere più che sufficiente, soprattutto per un monolocale.

La dimensione minima di un metro, seppur ammessa,
ladies ugg boots Visitabilità disimpegno con 4 porte per sogg
credo non sia troppo comoda nella vita di tutti i giorni (vedi il passaggio di mobili ecc.) e ritengo sia opportuno scegliere sempre dimensioni maggiori, contenute ma funzionali. 236/89:

punto 8.1.9 Percorsi orizzontali e corridoi

“I corridoi o i percorsi devono avere una larghezza minima di 100 cm, ed avere allargamenti atti a consentire l’inversione di marcia da parte di persona su sedia a ruote ( Vedi punto 8.0.2 spazi di manovra). Questi allargamenti devono di preferenza essere posti nelle parti terminali dei corridoi e previsti comunque ogni 10 m di sviluppo lineare degli stessi.

Per le parti di corridoio o disimpegni sulle quali si aprono porte devono essere adottate le soluzioni tecniche di cui al punto 9.1.1, nel rispetto anche dei sensi di apertura delle porte e degli spazi liberi necessari per il passaggio di cui al punto 8.1.1; le dimensioni ivi previste devono considerarsi come minimi accettabili”

Detto questo, aggiungo poi che un disimpegno largo 1,10 1,15 ml possa essere più che sufficiente, soprattutto per un monolocale.

La dimensione minima di un metro, seppur ammessa, credo non sia troppo comoda nella vita di tutti i giorni (vedi il passaggio di mobili ecc.) e ritengo sia opportuno scegliere sempre dimensioni maggiori, contenute ma funzionali.

Il problema derivava dal fatto che non riuscivo ad interpretare alcuni schemi del decreto, in definitiva ho scelto di lasciare un disimpegno profondo 1.2 m guardando lo schema al punto 8.1.1 del decreto 236/89, perchè devo essere in grado di raggiungere solo il bagno seguendo il criterio della visitabilità e quindi per l’accesso alle due stanze laterali non sono vincolato.
ladies ugg boots Visitabilità disimpegno con 4 porte per sogg