ugg ugg Musei per bambini e ragazzi in Toscana Quantomanca

ugg us Musei per bambini e ragazzi in Toscana Quantomanca

La Toscanaha diversi musei che sono sicuramente interessanti per i bambini e coprono un pò tutti gli interessi. Per visitare il Museo non basta comprare un biglietto, entrare, vedere, quindi uscire. I visitatori devono scegliere fra le molte attività proposte quotidianamente e differenziate per età, quindi prenotarsi e partecipare attivamente.

Tutte le famiglie con bambini dai 6 anni in su possono noleggiare il nuovo kit famiglie per visitare, divertendosi, il Museo di Palazzo Vecchio. Uno zainetto a forma di tartaruga con tanti coloratissimi oggetti per fare conoscere il Museo ai bambini.

All’interno dello zaino tartaruga ci sono numerosi materiali utili alla visita (in lingua italiana e inglese): una mappa per orientarsi e un binocolo per osservare; un modellino per costruire Palazzo Vecchio; un “Album di famiglia” per conoscere i protagonisti della famiglia Medici; un fantasioso “Albero mediceo” per scoprire parentele e discendenze della famiglia Medici; un libretto che racconta i miti dipinti nelle sale e una “Nuvola degli dei” che ne rappresenta affetti e parentele; un mosaico di grottesche per dare vita a creature mostruose; dieci schede per ritrovare curiosi dettagli presenti nella decorazione del Palazzo ma invisibili ai più; un gioco di differenze per imparare ad osservare con attenzione e un kit per comporre il proprio ritratto mediceo, giocando con occhi, bocche, e orecchie medicei; cappellini piumati e coroncine per sentirsi prìncipi e principesse; infine tanti pastelli per disegnare, colorare e immaginare nuovi simboli e nuove storie.

Il kit si può noleggiare direttamente al Museo, presso il punto info.

Museo di Storia Naturale

Laboratori didattici e visite incontri, per giocare e sperimentare con la scienza.

L paleontologica presenta una collezione di reperti di fauna proveniente soprattutto dal territorio italiano, che ci riporta indietro nel tempo. Rinoceronti, Mammut,
ugg ugg Musei per bambini e ragazzi in Toscana Quantomanca
dinosauri. Interessanti anche i reperti provenienti dal resto del mondo, come quelli dei moa e l dell elefante grande 8 volte un uovo di struzzo!

Fondazione Strozzi

Le mostre di Palazzo Strozzi sono progettate per essere a di famiglia Ciò significa che ogni mostra offre non solo attività per bambini di ogni età, ma anche segnaletica speciale per bambini nel percorso della mostra stessa. Gli allestimenti interattivi puntano a coinvolgere grandi e bambini, le audioguide sono differenziate per adulti e bimbi e il consueto kit per le famiglie che questa volta è il Bagaglio dell’artista.

Palazzo Strozzi predispone inoltre un ricco programma di attività per scoprire ed esplorare l’arte in modo divertente e stimolante, con proposte differenziate per fasce d’età a partire da 3 anni.

Il programma include laboratori per famiglie, narrazione di storie e attività di disegno in mostra, e visite con i passeggini per genitori con bambini sotto i 3 anni.

Giardino di Archimede

E un museo per la matematica. Detto così potrebbe sembrare solo un museo destinato a pochi, ma in realtàcela un universo tutto da esplorare. Conmostre, esperimenti e laboratori si prefigge diavvicinare i visitatori in modo semplice e interessante alla matematica perdimostrare che non è difficile ed è presente nella vita di tutti i giorni.

Ma ll Giardino di Archimede ha pensato a rendere ancora più speciale l dei bambini alla matematica organizzando incontri e visite guidate da esperti, nate e studiate appositamente per le famiglie.

Museo del Calcio Coverciano (FI)

Il museo è dedicato principalmente ai successi della nazionale italiana dal a oggi. Si possono ammirare vari cimeli tra cui palloni, scarpe magliette e gagliardetti, alcuni risalenti agli anni E possibile inoltre accedere a computer che possono essere interrogati per rispondere alle più svariate domande sul mondo del calcio. Le sale espositive sono dedicate alla pittura, alla scultura e ai paramenti sacri. Nella pinacoteca, una volta refettorio del convento, sono esposti i dipinti più antichi, databili dal XII al XVI secolo con opere di Cenni di Francesco di Ser Cenni, Ugolino di Nerio e Meliore. Suggestivo e impressionante è l’immagine del crocifisso ligneo, proveniente dalla chiesa di San Pietro a Petrognano, databile nella prima metà del secolo XIII, e attribuito a scultore toscano ignoto. Vero e proprio unicum nel panorama della scultura medievale italiana, questa stupefacente immagine del christus triumphans, cioè del cristo che trionfa sulla morte, ha da sempre calamitato su di sé una grande attenzione da parte della critica.
ugg ugg Musei per bambini e ragazzi in Toscana Quantomanca