scarpe ugg prezzi Cosa pensate dei Matrimoni Combinati

calzature ugg Cosa pensate dei Matrimoni Combinati

non credo che si può parlare in assoluto. In passato in molti paesi i matrimoni venivano organizzati dalla famiglia. Ma anche oggi quando i giovani hanno poca possibilità di frequentarsi liberamente e sopratutto le ragazze hanno poca possibilità di frequentare i coetanei in un certo senso i matrimoni sono combinati:perchè loro possono scegliere liberamente ma solo tra i pochi uomini che le hanno permesso di vedere.

A volte questi matrimoni funzionano bene a volte no. Dipende dalla maturità e dal carattere degli sposi, se i genitori hanno visto bene le loro afinità. Come quelli per amore. Io credo che l’idea dell’amore che si ha tra i giovani a volte è fasulla perché è visto solo come passione, divertimento e non si imagina la capacità di sacrificio e dedica perché duri, è molto dura. Poi si crede che l’amore sarà sempre passione fisica. E’ normale che dopo anni che amo una donna non sarò piu eccitato come al primo appuntamento ma, io credo, se lei è stata vicino a me tutti questi anni le vorrò molto piu bene che al primo appuntamento!

Per riguardo ai matrimoni combinati poi voglio dire che anche con i matrimoni liberi ci sono tanti matrimoni non di amore ma di interesse. che comunque possono andare bene se i sposi sono daccordo.

Ma oggi secondo me i matrimoni combinati dalle famiglie sono più difficili perché le famiglie sono rimaste a una visione tradizionale della società. Loro consigliano la vita degli sposi e chi devono scegliere come andava bene per loro, in una società fissa dove da secoli i meccanismi erano quelli. Ma non capiscono che non si possono più utilizzare in una società diversa.

Anzi,io credo che questo E’ il Matrimonio. Tutte e due le persone sono coscienti che ci potrebbe essere qualcosa che non va ma se ciò si avvera allora vi è in loro una specie di capacità di superare questa difficoltà.

Se due si sposano con amore(è bello lo stesso) allora se sopraggiunge una difficoltà e ciò fa alterare il comportamento di uno di loro allora l’altro dice: ma come quando ci siamo conosciuti avevi detto. Penso sia così.

I matrimoni combinati sono quanto di più subdolo ci possa esistere in giro. E’ un ricatto morale da parte di quei genitori che si calano nel ruolo di onnipotenti.

Perchè l’uomo giusto x lei deve celarsi tra le mie conoscenze?

Dove stà scritto che bisogna sposarsi x forza?

Per che cosa?per non essere chiamata zitella?per dimostrare alla società che anchio ho un marito? E allora? Mica il resto del mondo o i consiglieri devono passarci la vita con lui,farci figli,avere rapporti sessuali.

mia nonna paterna la pensava come Alessia. Nata nel 1989 in un paesino calabrese, i genitori le avevano trovato un pretendente di buona famiglia, ricco, serio e perdutamente innamorato di lei. Ma lei lo disdegnava perché c’era un altro ragazzo senza un soldo, senza voglia di lavorare, ma molto affascinante che le faceva battere il cuore! La battaglia è durata qualche mese: siccome lei continuava a ripetere che piuttosto che sposarsi contro voglia si sarebbe fatta monaca i genitori hanno acconsentito.

Se avesse sposato il partito scelto dai suoi genitori sarebbe stata più felice o più infelice? Chi lo sa?

Vi racconto questo non certo per difendere i matrimoni combinati ma per dire che tra tutte le condizioni che entrano in gioco in un’unione (i genitori, gli amici, il destino, le nostre esperienze precedenti, la follia!) e che fanno sì che tutti i matrimoni siano “combinati” da fattori che esulano per buona parte dal nostro controllo, forse l’influenza delle persone che ci vogliono bene non è la più pericolosa.

Ad ogni modo secondo me hanno ragione i ragazzi: non si può generalizzare. Intanto bisogna vedere cosa si intende esattamente per matrimonio combinato. Tra matrimonio suggerito o imposto c’è una grande differenza. Una cosa è se i genitori “consigliano”, un’altra se le famiglie degli sposi si mettono d’accordo tra loro e i due si vedono solo il giorno delle nozze, come in alcuni contesti avviene (o avveniva).

Per quanto riguarda l’influenza dei genitori,
scarpe ugg prezzi Cosa pensate dei Matrimoni Combinati
tutti hanno delle aspettative sui figli, è naturale. Non c’è solo il desiderio narcisistico di veder realizzati i propri desideri ma anche quello di realizzare il bene dei ragazzi, come lo concepiscono loro. Certo poi spesso il bene dei figli è diverso ma se questi sono maturi prenderanno coscienza delle aspettative dei genitori, delle proprie e alla fine decideranno con la loro testa. Si capisce che il peso che la famiglia ha sulle scelte dei figli cambia da società a società, come cambia da società a società, ma anche da persona a persona, il significato che si da ai rapporti di coppia e al matrimonio.

Però per quanto riguarda il timore dell’Albanese che i matrimoni basati “solo” sull’amore abbiano una fragile base perché i coniugi possono cambiare, mi sembra che possa succedere anche nei matrimoni “combinati”. Forse voleva dire che il matrimonio dovrebbe essere costruito su progetti comuni oltre che sull’infatuazione e su questo sono d’accordo. Secondo me ai fini della riuscita di qualsiasi rapporto in cui si abbia in mente di costruire una famiglia (che sia sancito o no dal contratto matrimoniale) è fondamentale condividere dei valori e degli obiettivi di base (nonché piacersi!). Queste condizioni si possono realizzare nei matrimoni “combinati” o in quelli “casuali”.

Poi, Alessia, non posso non darti ragione sul fatto che oggi, almeno nella nostra società, sposarsi non è obbligatorio. Anche perché chi si sposa solo per non rimanere “zitella” facilmente si ritroverà divorziata!

Non credo che un matrimonio “combinato” dia più garanzie di uno nato dall’impulso e dalla passione, poichè le premesse sono le stesse: manca in entrambi la buona conoscenza reciproca degli interessati, che sono gli UNICI che dovrebbero effettuare la propria scelta (magari chiedendo consiglio ad altri, ma sempre essendo soggetti e mai oggetti del matrimonio).

I matrimoni combinati sono comunque aberranti, perché riflettono le aspettative e i desideri (spesso più economici e sociali che legati alla felicità dei coniugi) di chi combina il matrimonio, non di chi lo vivrà. Se poi casualmente funzionano, meglio per tutti, ma ritengo che in questa circostanza sia “il caso” il fattore determinante, non tanto le presunte ragioni e motivazioni di chi ha combinato il matrimonio (cosa che tra l’altro vale per OGNI matrimonio . neanche anni e anni di previa convivenza danno garanzie della riuscita del matrimonio, una volta “formalizzato”).

Per concludere, riprendendo l’esempio familiare di Talia, esistono per converso moltissimi casi di matrimoni combinati poi rivelatosi fallimentari . magari il candidato proposto dai genitori della nonna si sarebbe poi rivelato un marito ancora peggiore di quello scelto. La stabilità economica non garantisce un buon marito/moglie,
scarpe ugg prezzi Cosa pensate dei Matrimoni Combinati
anzi .