ugg beacon Concedere l’uso dell’Acropoli sarebbe stata un’umiliazione

stivaletti ugg Concedere l’uso dell’Acropoli sarebbe stata un’umiliazione

“Il valore e il carattere dell’Acropoli incompatibile con un evento di questo tipo. I giornali ellenici riportano che, in cambio del permesso di girare uno show di 900 secondi sfruttando l’incantevole scenografia classica, la casa di moda fiorentina avrebbe offerto 2 milioni di euro da investire in opere di restauro.

Nonostante le casse dello Stato greco non vadano a gonfie vele il rifiuto stato dunque netto. “Concedere l’uso dell’Acropoli sarebbe stata un’umiliazione” si legge sulle colonne del Kathimerini, un quotidiano locale. E dire che in passato il sito storico stato utilizzato per campagne pubblicitarie della Coca Cola,
ugg beacon Concedere l'uso dell'Acropoli sarebbe stata un'umiliazione
della Lufthansa e di Verizon, e nel 1951 qui si tenne anche una sfilata di Christian Dior. Ma oggi il Kas stato categorico, sebbene da Gucci confermano s l’incontro con le autorit elleniche, ma negano di aver fatto un’offerta economica.

“Le speculazioni pubblicate relative a presunti impegni o offerte economiche diretti o indiretti,
ugg beacon Concedere l'uso dell'Acropoli sarebbe stata un'umiliazione
sono destituite da ogni fondamento” recita un comunicato ufficiale di Gucci in risposta alle notizie pubblicate dalla stampa greca.