www.ugg.com ESCURSIONE AL CORNO GRANDE

ugg plumdale ESCURSIONE AL CORNO GRANDE

Il dislivello complessivo di salita è quindi di 782 m. La difficoltà di questa via è valutata come EE nella scala delle difficoltà escursionistiche.

Il tempo di percorrenza è stimato in 3/4 ore di salita e 2/3 ore di discesa. Il sentiero è ben segnato e non ci sono passaggi di arrampicata difficili.

Si tratta di una via escursionistica conosciuta da lungo tempo. Essa ripercorre la prima scalata ufficiale del Gran Sasso d’Italia compiuta per la prima volta il 19 agosto 1573 dal bolognese Francesco De Marchi, ingegnere di corte di Margherita d’Austria, che si trovava a L’Aquila, al seguito della sovrana, nel periodo in cui questa vi si era stabilita essendo stata nominata Governatrice della città dal fratello Filippo II.

Dal casello di Assergi della A24 Roma LAquila, procedere in direzione della località Fonte Cerreto stazione inferiore delle funivia per Campo Imperatore. Quindi si sale utilizzando la stessa funivia,
www.ugg.com ESCURSIONE AL CORNO GRANDE
oppure proseguire lungo la strada che con lungo e panoramico percorso porta fino ai 2130 metri dellAlbergo Campo Imperatore.

Partendo da Campo Imperatore procedere lungo il sentiero che passa a fianco al giardino botanico ed all’osservatorio astronomico e sale in direzione del rifugio Duca degli Abruzzi. Dopo poco il sentiero si biforca, proseguire a destra abbandonando il sentiero per il rifugio Duca degli Abruzzi.

Alla sella del Brecciaio si incontra un sentiero che andando sulla sinistra va verso la via ferrata Brizio ed a destra un altro sentiero da cui si sale per la Cresta Ovest. Si procede diritti, su un pendio di ripidità crescente, fino ad entrare nella Conca degli Invalidi.

Siete ora pronti per godervi il panorama mozzafiato che avete in quota, che abbraccia le altre vette del Corno Grande, il Corno Piccolo e le altre cime del Gran Sasso,
www.ugg.com ESCURSIONE AL CORNO GRANDE
Campo Imperatore e molte cime dell’Appennino centrale. Nelle giornate più limpide potreste vedere l’Adriatico.