stivali ugg zalando intervista ad Allegri

ugg slippers men intervista ad Allegri

Il Milan si scrolla di dosso un po’ di paura nonostante la partita non certo impeccabile disputata a Verona. Il momento non è dei migliori in casa rossonera e questa vittoria striminzita ottenuta in casa del Chievo con le unghie e con i denti potrebbe costituire un buon viatico per il rush finale in campionato. Ora la squadra di Allegri è momentaneamente prima in classifica con due punti di vantaggio e deve attendere l’esito della sfida tra Juventus e Lazio per conoscere il piazzamento alla fine di questo turno di campionato Il tecnico livornese, ai microfoni di Sky, ricorda l’importanza di questa vittoria e ricorda, ancora una volta amaramente, il gol di Muntari non dato contro la Juventus:

“Era una partita di importanza fondamentale, in caso di mancata vittoria saremmo potuti uscire definitivamente dalla lotta scudetto. Non abbiamo giocato bene, abbiamo però fatto una partita di cuore e di voglia. E’ stato bello vincere ed è bello essere di nuovo in testa alla classifica. Ciò dimostra che questo gruppo ha grandi qualità. Non voglio accampare scusanti, però oggi le assenze erano veramente tante,
stivali ugg zalando intervista ad Allegri
abbiamo fatto giocare De Sciglio e Gattuso e Strasser che non giocava da tanto tempo. Ripeto, comunque andranno le cose, visto anche che abbiamo giocato più partite della Juventus, c’è solo da applaudire questo gruppo. Il goal di Muntari ricorda quello contro la Juventus? Io non ho dimenticato quello passato.”.

“Le critiche che ci sono state mosse sono state in parte giuste ed in parte eccessive. Per la gioia di tanti siamo caduti, ma oggi per la gioia di altri ci siamo rialzati ed abbiamo intenzione di continuare a combattere. Anche quando avevamo 4 punti di vantaggio c’è stata una campagna mediatica in attesa della nostra sconfitta. Dopo la partita persa contro la Fiorentina sono cominciati i funerali ed i processi, ma per fare il funerale al Milan ci vuole ancora un po’ di tempo. Berlusconi? L’ho sentito anche oggi il presidente, ripeto che con lui non c’è nessun problema. Ogni volta si cerca sempre di ricavare qualcosa, ma con la società ed il presidente il rapporto è idilliaco. Tutti credono nello scudetto. Nello spogliatoio sia quando si vince che quando si perde può capitare che ci sia uno scambio di idee: quando si arriva in fondo alla stagione e ti devi sfuggire l’obiettivo di mano ci può essere un po’ di preoccupazione”.
stivali ugg zalando intervista ad Allegri