guanti ugg Gli Esperti rispondono

ugg boots store Gli Esperti rispondono

A seguito di infortunio sul lavoro nel 1998 la commissione medica collegiale militare mi ha riconosciuta l da causa di servizio TAB.: B, CATEGORIA: = MISURA: MIN a cui ha fatto seguito l indennizzo.

A settembre del 2016 subivo un altro infortunio. Tre mesi in infortunio tra terapia e visite. Tornata in servizio. Al momento aspetto la lettera di giudizio dell Ho diritto alla maggiorazione dell di servizio e andare prima in pensione? Posso mettere insieme i due infortuni e rifare la causa di servizio? Andando in pensione potrò chiedere la maggiorazione dello stipendio?

Potreste dirmi quali sono le normative a cui fare riferimento. Grazieho 53 anni, lavoro per un ente privato dal 1986 e sono titolare di una rendita Inail del 27%. Nel 1996, quando eravamo ancora statali, la commissione medica militare mi riconosce due infortuni come “DIPENDENTI DA CAUSA DI SERVIZIO TABELLA B PARZIALE MASSIMA”.

Ebbene, nonostante la grande difficoltà per arrivare a questo riconoscimento, da allora non ho avuto alcun beneficio derivante da questo riconoscimento, neanche l indennizzo in quanto titolare di rendita Inail alcunché. Voi cosa ne pensate?

Domanda: Sono un medico ospedaliero, ancora in servizio a cui anni fa è stata riconosciuta una malattia professionale.

Avevo fatto istanza anche per la causa di sevizio, con esito negativo. Vi chiedo se mi conviene fare ricorso per il riconoscimento della causa di sevizio. Ed ancora vi chiedo in caso di esito positivo sul ricorso per la causa di servizio, quali sono i benefici economici e se sono cumulabili con la malattia professionale. Infine vi chiedo se posso ottenere l indennizzo senza chiedere la pensione privilegiata.

volevo chiederle se la causa di servizio è stata abrogata completamente o per quanto concerne la malattia professionale viene riconosciuta in parte e se viene riconosciuta, una volta in possesso del riconoscimento dell con il 6% qual l da seguire. Inoltre le volevo chiedere se la stessa malattia professionale fosse soggetta al rispetto delle fasce orarie.

vi scrivo perché ho letto che ci sono delle leggi che danno la possibilità di prepensionamento. Lavoro da 30 anni con una tagliatrice a mola abrasiva e con polveri di mola. Fino agli anni prima del 2000 non ci davano mascherine per la protezione e gli occhiali erano aperti. Quindi i polmoni e gli occhi hanno avuto la peggio. Ho sempre pensato di avere allergie, ma sono peggiorato da quando lavoro in questa officina. Lavavo i particolari con nafta, e poi con dei liquidi che davano anche il voltastomaco, sempre senza mascherine né protezioni. In più oltre alle polveri lavoro su un forno ad induzione che scalda i particolari che giungono da officine di tempra e scaldandole i fumi di questi particolari vengono vaporizzati. Ecco, io da trent faccio questo lavoro ed ogni giorno devo lavorare con dei filtri di carta introdotti nel naso perché altrimenti starnutirei di continuo ed ho i polmoni compromessi. Vorrei sapere cosa posso fare per avere la possibilità di un prepensionamento dopo 36 anni di contributi versati. Grazieho subito un incidente auto 9 anni fa a fine lavoro. Mi hanno dato il 13% di invalidità per frattura cotile acetabolo, e lesione dei legamenti del ginocchio destro. Ora a distanza di tempo, la condizione del mio ginocchio mi impedisce diverse attività, anche sul lavoro. Posso riaprire l come causa di servizio? Cosa posso fare? Grazie dell attenzione.

Domanda: Buon giorno, sono un lavoratore dipendente dell Club Pordenone invalido INAIL con percentuale di invalidità del 54%. Purtroppo, per l del mio stato patologico, mi sono dovuto assentare dal lavoro per malattia e mi trovo ad avere una riduzione della retribuzione del 50% ma sono sempre stato informato da più sindacati che avendo un superiore del 50%, non ero soggetto al comparto della malattia ordinaria Mi potete dare conforto e delucidazione in proposito?
guanti ugg Gli Esperti rispondono