ugg deals gli esperti spiegano come migliorare le abitudini mattutine italiane FOTO

ugg 70 euro gli esperti spiegano come migliorare le abitudini mattutine italiane FOTO

Quasi tutti gli italiani non rinunciano alla colazione: secondo una recente indagine condotta dall’osservatorio Doxa/Aidepi, la percentuale di persone che rinunciano al pasto più importante della giornata è calata dal 15% ad un esiguo 2%. La Repubblica racconta i risultati della ricerca che avverte, comunque, che bisogna fare attenzione a ciò che ingeriamo al mattino: le abitudini italiane sono ancora lontane dall’essere in linea con ciò che consigliano gli esperti del settore, che tracciano per noi il profilo della colazione perfetta.

Nove italiani su dieci fanno colazione al mattino. Un risultato forse imprevisto se si considera che fino a qualche anno fa più del 15 per cento dei ragazzi non mangiava nulla e oggi invece gli irriducibili sono scesi al 2%. I dati dell’indagine “Io comincio bene”, realizzata dall’osservatorio Doxa/Aidepi, indagano il mondo della prima colazione consegnandoci il profilo di una maggioranza di italiani che consuma alimenti dolci al risveglio (il 65%), un quasi 20% che alterna dolce e salato e un 7 che mangia solo il salato.

dolce anche il caffè del mattino: solo uno su 4 lo prende amaro. Tra gli alimenti preferiti di chi fa la colazione dolce ci sono i biscotti (58%), pane e fette biscottate con marmellata, miele o creme alla nocciola (19%), e poi, tra il 7 e il 9 per cento, cereali e muesli, merendine e brioches varie e yogurt. Percentuali lievemente diverse per i più giovani,
ugg deals gli esperti spiegano come migliorare le abitudini mattutine italiane FOTO
che consumano più volentieri cereali e muesli (13%).

I modelli diversi di colazione hanno però delle differenze caloriche e di componenti non irrilevanti. E non bisognerebbe dimenticare che la prima colazione non dovrebbe eccedere il 20% del totale delle calorie della giornata. Per chi proprio non ce la fa a mangiare qualcosa appena svegli c’è una deroga, ma vale solo per gli adulti.

Se si ha fretta o non si ha fame spiega Andrea Ghiselli, dirigente di ricerca del Centro di ricerca alimenti e nutrizione del Cra si può mangiare anche poco, magari solo un biscotto con il caffè, ma poi, entro metà mattina, si dovrebbe consumare qualcosa di sostanzioso, il classico cornetto, piccolo, con cappuccino, o dei biscotti o dei crackers, o uno yogurt con un frutto. Poiché l’Oms ribadisce di non superare il 5% delle calorie complessive da zuccheri aggiunti, sarebbe bene sacrificare lo zucchero del caffè e non quelli aggiunti ai prodotti da forno: prendendo 3 caffè al giorno con 1 cucchiaino di zucchero si arriva a 15 grammi e 60 calorie. Consiglio magari di macchiare il caffè, sfruttando il dolce del latte,
ugg deals gli esperti spiegano come migliorare le abitudini mattutine italiane FOTO
e abituarsi piano piano.