ugg sydney De Angelis e Tiziano Mazzone ospiti di Leather Crown a Borgo Valsugana

ballerine ugg De Angelis e Tiziano Mazzone ospiti di Leather Crown a Borgo Valsugana

Autografi, selfie e tanti sorrisi genuini. Il pomeriggio trascorso oggi a Borgo Valsugana da cinque giocatori di Trentino Volley si rivelato un successo, offrendo a tutti gli appassionati di pallavolo della zona l di conoscere da vicino alcuni protagonisti della stagione appena conclusa dalla Societ di via Trener.

Ospiti di Cappello Calzature per un simpatico momento promozionale realizzato in collaborazione con l partner Leather Crown, il Capitano Filippo Lanza, Simone Giannelli, Gabriele Nelli, Tiziano Mazzone e Carlo De Angelis non si sono negati all dei tifosi valsuganotti, rivelandosi inoltre ottimi indossatori dei prodotti dell veneta, specializzata nella produzione di calzature di alta qualit e dal look casual.

Leather Crown ha fornito proprio in questa stagione per la prima volta le scarpe da passeggio ai Campioni d dando vita ad una partnership particolarmente riuscita; appuntamenti come quello odierno non hanno fatto altro che confermare l del rapporto instaurato permettendo ad entrambe le realt di conoscersi ancora meglio.
ugg sydney De Angelis e Tiziano Mazzone ospiti di Leather Crown a Borgo Valsugana

ugg chestnut del made in Italy a Plovdiv

ugg australian boots del made in Italy a Plovdiv

Ogni primavera alla fine di maggio le strade delle citt e dei villaggi dell terra di Tracia si riempiono di rose, i fiori che stanno alla Bulgaria come i tulipani all Ma per la festa delle rose (il Paese ne il maggior coltivatore europeo), il centro di Plovdiv ha una peculiarit in pi oltre ai fiori profumo e simbolo nazionali, sulla via del corso affacciato un buon 30% di negozi glamour in alfabeto latino e con le insegne italiane. Sono sempre di pi alcuni di bulgari rimpatriati dopo anni di esperienza nelle cucine dei ristoranti e delle pizzerie del nostro Paese, altri di italiani che in Bulgaria non hanno ancora preso la residenza ma dove hanno iniziato a delocalizzare o impiantare i loro business.

COME TIRA MANGIARE E VESTIRE ITALIANO. Tra maggio e giugno si tiene in Bulgaria anche il Festival italiano, con rassegne culturali e artistiche e meeting imprenditoriali sull style nei maggiori centri del Paese, e il sodalizio non poteva essere dei migliori. Sui sei colli di Plovdiv, patrimonio Unesco dell gli investimenti dei connazionali hanno iniziato a moltiplicarsi dall della citt di quasi 350 mila abitanti a capitale europea della cultura, con Matera, del 2019: un destino ancora una volta comune. Nel Paese pi emergente dell (il pi povero, ma con l pi in crescita: 3 4% annuo), il made in Italy un cult per le classi medie: mangiare e vestire italiano va a ruba e come non approfittarne, per un imprenditore.

A disposizione, anche per il turismo, ci sono i fondi Ue. Un bell storico a pi piani, da recuperare nelle vie dello shopping, pu essere acquistato a 130, al massimo 200 mila euro (un leva bulgaro ne vale circa la met e si conta di rivenderlo tra qualche anno a un milione. Intanto si aprono negozi o si affittano spazi alle attivit commerciali: quelle con prodotti italiani sono eleganti e si estendono anche su pi piani, come la grande gelateria della catena Afreddo. A volte anche in pi di un palazzo, come La Veranda: il nuovo ristorante panoramico pi chic di Plovdiv, aperto ai lati della gradinata verso le pareti rocciose della montagnola di un colle, raro paradiso urbano per arrampicatori alla Manolo.

START UP CHE DA NOI CHIUDEREBBERO. Prima che la citt fosse prescelta dall nel 2014, questi locali per cenare all erano vuoti e disadorni. Adesso lungo il centrale boulevard Ruski spezzato dai resti dello stadio romano venuto a galla con gli scavi (bloccati) della metropolitana, accanto a varia gastronomia della cucina pi rinomata al mondo spiccano negozi di scarpe e pelletteria dai nomi italiani Fabiano e Paolo Botticelli e la boutique Montenapoleone 10, lanciata da un imprenditore romano con le migliori firme della moda italiane. Oltre ai grossi marchi anche italiani dell capita che in Bulgaria creino un loro brand e aprano pi punti vendita artigiani che in Italia, come accade a tante start up, chiuderebbero presto bottega senza decollare. Avevo anche tentato di aprire mie societ ma mancava sempre la spinta, una bugia che c la ripresa. Per mancanza di volont di potere e per miopia dei nostri politici l ti obbliga a trovare soluzioni fuori

ORGANIZZA “TOUR” PER IMPRENDITORI. Alla vigilia della ripartenza per l D appena rientrato a Plovdiv da una trasferta sul mare a Burgas: quattro giorni su cinque e anche di pi gli capita di scortare connazionali a caccia di investimenti nel Paese. Fra le tre e le quattro societ a settimana lo contattano. giorno fa c due siciliani e uno di Verona, ieri degli imprenditori di Perugia e uno di Firenze, la settimana prossima arrivano da Pescara Come tra i pensionati trapiantati a Varna, non ci sono distinzioni geografiche: dal 2007 l per la promozione delle imprese italiane all (Ice) certifica un del 300% delle aziende di connazionali registrate in Bulgaria: oltre 7.900 per una fucina di circa 52 mila occupati.

Nell del Festival italiano, a Sofia una ventina di aziende di connazionali ha esposto l degli occhiali italiani e, tra gli altri, anche la Claro ottica valuta un distaccamento in Bulgaria. Con i collaboratori italiani e bulgari di Bulgaritaly, gli imprenditori possono fare un giro di qualche giorno nel Paese farsi un due giorni a Plovidiv, altri due sul mare, uno a Sofia, inclusi i distretti industriali e poi, se convinti, aprire una societ o loro sedi in Bulgaria. Tra visite, traduzioni e procedure burocratiche si pu fondare un in quattro o cinque giorni per circa 600 euro di spese tra la consulenza nelle pratiche e le registrazioni, pi i costi dei pernottamenti e del tour.

UNA FLAT TAX SUGLI UTILI AL 10%. Le normative da rispettare esistono, ma sono per tradizione semplificate in un diritto penale e civile di poche pagine. Soprattutto, per attrarre capitali esteri dal 2008 il governo bulgaro ha introdotto una flat tax sugli utili al 10%, abbattendo la progressivit dell fiscale. Anche se con l nell il leva rincarato del 30%, il costo delle compra vendite rimane molto basso. E, non ultimo, dalla Romania gli incentivi Ue per lo sviluppo si sono spostati man mano spostati verso la Bulgaria. D e gli altri il boom con Plovdiv capitale della cultura Solo per rinnovare l cittadino sono arrivati 35 milioni di euro.

Se circa 400 italiani vivono in pianta stabile a Plovdiv, un via vai di 20 mila italiani viene, riparte, torna a sondare il terreno in zona. L e altri prodotti del made in Italy vanno per la maggiore con l Ma c anche un imprenditore calabrese che produce pellet per l e il basso costo della materiale e del lavoro, altre aziende manifatturiere confidano nel rilancio del distretto industriale di Plovdiv: capitale culturale e anche commerciale della Bulgaria dai tempi del collettivismo sovietico. La citt a un d da Sofia ospita anche alcune sedi consolari e di distaccamenti ministeriali.

ATTENZIONE PER ALLE FRODI. A una ditta aperta in Bulgaria si pu intestare anche un aziendale, con meno di un terzo delle spese italiane. L viene in media 120 euro (a seconda della cilindrata) all il bollo un centinaio di euro, per il passaggio di propriet servono 30 euro. Ma proprio per l e la facilit di aprire, grazie alla normativa bancaria bulgara, societ anonime con azioni al portatore operative in tutta l le truffe nel settore abbondano: ogni settimana una bisarca per caricare le auto da immatricolare in Bulgaria attraversa lo stivale dal Tirreno all e l diversi connazionali vedono sparire le loro auto insieme a centinaia di euro versati per il trasporto e il falso appoggio logistico di societ rivelatesi fasulle.

A Varna come a Plovdiv e a Sofia, essenziale non farsi adescare da annunci sui generis. Ma rivolgersi sempre all o a consulenti italiani o bulgari non improvvisati, in contatto da tempo con le sedi consolari e che propongono un orientamento sul posto di qualche giorno prima di compra vendite o societ da istituire. mancato arrivo di pubblico, tecnici, ospiti e conduttori oggi I Fatti Vostri non va in onda. Ci vediamo domani ha scritto il presentatore Giancarlo Magalli sui social. E in assenza della trasmissione riviviamo uno dei momenti di massima tensione vissuti in questa stagione nel celebre programma di Rai 2. Laura Forgia venne ripresa in diretta dal Comitato per un errore. La presentatrice si sciolse poi in un pianto passato alla storia.

Neve a Roma, fatti vostri non vanno in onda: ecco quando il comitato sgrid i presentatori

Caos Rai a Roma a causa della nevicata che ha colpito la Capitale. mancato arrivo di pubblico, tecnici, ospiti e conduttori oggi I Fatti Vostri non va in onda. Ci vediamo domani ha scritto il presentatore Giancarlo Magalli sui social. E in assenza della trasmissione riviviamo uno dei momenti di massima tensione vissuti in questa stagione nel celebre programma di Rai 2. Laura Forgia venne ripresa in diretta dal Comitato per un errore. La presentatrice si sciolse poi in un pianto passato alla storia.
ugg chestnut del made in Italy a Plovdiv

ugg australia classic short Daniela Martani spara a zero su Fabrizio Corona

genuine ugg boots Daniela Martani spara a zero su Fabrizio Corona

stata eliminata quasi subito dal reality La Fattoria, dove si è presa anche una paternale da Fabrizio Corona, ma ora Daniela Martani, la ex hostess del Grande Fratello, si toglie qualche sassolino dalla scarpa:

“Corona ha detto di avermi paparazzato con Massimo Giletti, quindi ha anche guadagnato su di me. Spara sentenze, ma dovrebbe essere lui a guardare sé stesso prima di guardare gli altri. Poi,
ugg australia classic short Daniela Martani spara a zero su Fabrizio Corona
cosa c’entra lui nel mondo dello spettacolo? Non sapevo della sua esistenza prima che sposasse Nina Moric. Era Nina la persona nota”.

“Si è comportato molto male, mancando di rispetto ad una persona con problemi fisici. Ha sbagliato anche dandogli della buffona o peggio. Marina ha voluto sfidare sé stessa, la capisco. Corona dice che è andato a “La Fattoria” per riposarsi. Se era così se ne poteva andare in vacanza. Si dà troppo spazio a un personaggio come lui, che non è un esempio positivo da seguire. Lui è soltanto un cattivo esempio per i giovani d’oggi”.

Fabrizio Corona intanto è ancora alla Fattoria, ma sicuramente, appena tornerà in Italia, non mancherà di ribattere alla Martani. Prevedo fuoco e fiamme!
ugg australia classic short Daniela Martani spara a zero su Fabrizio Corona

ugg bailey boots dettagli e video dal recente Nintendo Direct giapponese

ugg shoes australia dettagli e video dal recente Nintendo Direct giapponese

Direttamente dal recente Nintendo Direct giapponese, arrivano nuove informazioni relative a Animal Crossing: Jump Out, il nuovo titolo della serie in arrivo per Nintendo 3DS.

Il video in cima al post offre l’intera presentazione del gioco, durante il quale vengono svelati nuovi dettagli come modalità di gioco, funzionalità multiplayer coopertive e tanto altro. Di seguito, per chi non sapesse la lingua giapponese, riportiamo l’elenco delle caratteristiche di Animal Crossing: Jump Out stilato da un utente di NeoGAF:

I giocatori avranno un megafono che possono utilizzare per chiamare gli animali del villaggio. Questo funziona pronunciando il loro nome al microfono 3DS.

Ci sono diversi tipi di scarpe, stivali e calze.

Nel negozio del museo, le quattro porte conducono alle mostre speciali. possibile impostare le mostre speciali da soli. Hawaiian Expo, Expo sushi, ecc.

Attraverso Tanooki Housing Real Estate, è possibile acquistare le parti per l’esterno della vostra casa.

Giocatori saranno in grado di espandere la loro casa aumentando la dimensione di una stanza.

Vi è un comico di nome Shisho che possiede un club per commedie intitolato Club 444. I giocatori possono guardare e reagire alle sue commedie.

L’elenco completo dei dettagli di Animal Crossing: Jump Out continua dopo la pausa.

possibile scattare fotografie delle proprie espressioni.

possibile modificare i modelli di R. Parker.

possibile creare i vostri propri disegni. inoltre possibile attivare i disegni in codici QR.

possibile modificare case con persone incontrate attraverso Streetpass.

Si possono avere fino a 48 case in tre blocchi, 16 case per blocco.

possibile utilizzare la mappa per vedere dove sono le case, con i nomi delle persone indicati.

Ci sono servizi igienici e orinatoi!

Sarete in grado di visitare i villaggi di altri in modalità “sogni”, permettendo di vedere come le altre persone hanno creato il proprio villaggio.

possibile modificare l’aspetto del Municipio.

possibile ascoltare la musica su lettori audio nella vostra casa, come grammofoni. Ci sono molte nuove canzoni.

C’è un’isola per le modalità co op focalizzate in mini giochi. Wireless locale e online per 2 4 giocatori. Nel video, Kapp’n trasporta i quattro giocatori in barca a motore.
ugg bailey boots dettagli e video dal recente Nintendo Direct giapponese

ugg shop debutta ai piedi di Cristiano Ronaldo

ugg leather boots debutta ai piedi di Cristiano Ronaldo

Nike presenta la nuova scarpa Nike Mercurial Vapor 8, la scarpa più veloce mai realizzata. La Mercurial Vapor 8 farà il suo ingresso in campo questo week end di campionato ai piedi di numerosi campioni quali Cristiano Ronaldo, Zlatan Ibrahimovic,El Shaarawy, Stankovic,Marchisio,Miccoli, Quagliarella e Destro.

Per la stagione 2012/13 la Mercurial Vapor spinge l’innovazione della performance al livello successivo con una scarpa completamente riprogettata per offrire una velocità esplosiva. La nuova Vapor 8 offre il massimo per quanto riguarda calzata, tocco e aderenza. Il nuovo sensazionale design si distingue per la colorazione mango brillante con una nuova firma sul tallone che risalta a livello visivo sul campo.

Riprogettata per creare una tomaia aderente che, tenendo ben fermo il piede, previene movimenti indesiderati, la nuova Forma Anatomica della Nike porta la calzata della scarpa a un nuovo livello di supporto e stabilità. Questo effetto è accentuato da un rinforzo del tallone più minimalista e morbido, che massimizza sia il comfort che la calzata.

Cristiano Ronaldo ha sempre indossato le Mercurial e le scarpe hanno risposto ancora una volta ai suoi standard esigenti: “Questa scarpa è fatta proprio per me. Posso ottenere un vantaggio sui difensori, sapendo che la scarpa mi darà la velocità e l’aderenza di cui ho bisogno senza compromettere il sostegno, il controllo e, naturalmente, lo stile”.
ugg shop debutta ai piedi di Cristiano Ronaldo

ugg hat del settore calzaturiero italiano

ugg boots classic del settore calzaturiero italiano

Con la crisi finanziaria globale in atto, anche il settore calzaturiero non risparmiato dalle difficolt economiche. Il settore ha avuto nel 2009 un calo nelle esportazioni che si aggira attorno al 15%, nonostante la capacit di proporre sui mercati stranieri la scarpa italiana come emblema di stile e qualit e di capire, per ogni singolo mercato, i termini di gusto dei consumatori, life style, contesti d del prodotto, aspettative espresse e implicite. Il sistema Paese composto principalmente da l (Associazione Nazionale Calzaturifici Italiani), ICE (Istituto Commercio Estero) ha provato durante il 2009 a ribaltare il trend negativo del 2009, con la promozione costante del settore all attraverso gli appuntamenti fieristici nel mondo. Negli ultimi mesi i pi importanti sono stati: dal 13 al 16 ottobre a Mosca presso l dal 26 al 28 ottobre ad Abu Dhabi, dal 4 al 6 novembre in Kazakistan, e dal 9 all novembre a Kiev in Ucraina .

Questo settore uscito da una crisi pregressa che con enormi sacrifici negli anni 2001 2005 ha dato dei segnali di recupero nel 2007 per poi ripiombare nella crisi del 2008. L calzaturiera in Italia fortemente insediata in una cultura imprenditoriale di filiera e di distretto come testimoniano le aree territoriali a forte caratterizzazione settoriali e le storie di successo di molte imprese. L dei distretti su base regionale e ogni regione ha una sua produzione specializzata. I principali distretti sono nelle Marche, Lombardia, Veneto per il 70% della produzione, il rimanente 30% distribuito in aree minori Puglia (Barletta, Castrano), l emiliano romagnola e i comprensori napoletani e casertani. La filiera produttiva della calzatura si estende dalla lavorazione delle pelli grezze all del prodotto finito come conseguenza di tali scelte.

Le previsioni per il 2010, sembrano essere buone e soprattutto per quanto riguarda l nei Paesi emergenti (Cina, Russia, Brasile, Medio Oriente). Per il prossimo triennio 2010 2013 il mercato mondiale delle calzature avr una crescita costante dei tassi medi pari al 4,
ugg hat del settore calzaturiero italiano
5%. Per quanto riguarda il sistema calzaturiero italiano la ripresa prevista per l del 2010. Dal punto di vista legislativo ci sono ancora da chiarire le normative in ambito europeo, sulla tutela del made in Italy. La nuova legge n. 99 del 2009 che ha modificato l 517 del codice penale sulla marcatura obbligatoria del made in Italy, ha presentato subito delle perplessit tra gli operatori. Le aziende italiane che non specificheranno il luogo di provenienza della produzione o fabbricazione della merce, rischiano di incorrere in una infrazione della legge comunitaria (articoli 23, 24 del codice doganale Reg. CE 2913/92), nell della libera circolazione delle merci. Un questione importante che emersa proprio in questi giorni, il rinnovo delle misure antidumping a favore dei dazi nei confronti di calzature in pelle provenienti da Cina e Viet Nam. Nei giorni scorsi il Comitato Tecnico UE a 27 ha bocciato la richiesta di proroga per altri 15 mesi per la legge antidumping. I Paesi europei a favore della proroga oltre all sono stati: Francia, Spagna, Grecia, Bulgaria, Ungheria, Polonia, Portogallo, Romania, Slovenia. Ci sono stati due Paesi astenuti: Slovacchia e Lituania, e tutti gli altri Paesi UE sono stati contrari. Adesso toccher alla Commissione Europea votare a favore o contro la proroga di questa legge, e dovr farlo entro l L sottolinea la necessit della proroga della legge antidumping, a favore dei dazi sulle merci cinesi e vietnamite, per permettere alle imprese calzaturiere italiane di poter competere alla pari con le imprese di quei paesi.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio.

Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate. La DIS COLL l di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E stata introdotta nel 2015 e pi volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua

Libretto famiglia: cos e come funziona

Reddito di inclusione sociale: cos e a chi spetta

APE social 2018: a chi spetta e quali sono i requisiti per ottenerla Ape social un di accompagnamento alla pensione di vecchiaia. Vediamo a chi spetta, quali sono i requisiti e come fare la domanda Continua

Bonifico domiciliato,
ugg hat del settore calzaturiero italiano
cos e come funziona

Postepay Evolution: come funziona la carta conto

Vaglia postale: cos e perch utile

Software e tecnologia relativi a quotazioni e grafici sono stati sviluppati da Teleborsa SpA. I dati relativi al Mercato Italiano sono di Borsa Italiana e hanno un ritardo di 20 minuti. I dati delle Borse Estere sono differiti di 15 o 20 minuti e sono forniti da Interactive Data.

ugg store locations Dare un calcio alla violenza sulle donne

rivenditore ugg milano Dare un calcio alla violenza sulle donne

“Dare un calcio alla violenza sulle donne”. questo il messaggio che Don Vito Martinelli, trattando un tema di grandissima attualità, ha voluto lanciare con il presepe inaugurato ieri, a conclusione del primo giorno della Novena di Natale, nella parrocchia “Sacro Cuore”.

Un globo centrale contenente la rappresentazione della Natività e due mani che, emergendo dal seno della Terra, costituiscono la culla del Bambino Gesù che è venuto nel cuore del mondo e dell donato dalle mani stesse del Padre.

Un cartiglio, posto sulla sommità del globo, riporta la frase della lettera di San Paolo ai Galati (“Quando venne la pienezza del tempo, Dio mando suo figlio nato da donna”), perché in Maria, madre di Gesù e madre nostra, è espresso l di Dio per ogni donna.

Particolari i due dipinti del Guercino, ovvero la “Cacciata di Agar e Ismaele” (1657 1658) e “Cristo Risorto appare a Maria Maddalena” (1629), che all del presepe intendono rappresentare tutte le donne della Bibbia, tanto dell’Antico quanto del Nuovo Testamento.

Un pallone di cuoio e un paio di scarpe rosse da donna consegnano il messaggio del presepe: “Dare un calcio alla violenza sulle donne”, poiché le donne (madri, sorelle, figlie,
ugg store locations Dare un calcio alla violenza sulle donne
compagne di vita) non sono su un altro pianeta, ma abitano il mondo di ciascuno di noi, e la violenza sulle donne non è altro che l rifugio di uomini incapaci.

Realizzato grazie alla buona volontà dei parrocchiani Benito Cannillo, Franco Colella e Vitantonio Patruno, il presepe tematico del “Sacro Cuore” è stato ideato dal parroco don Vito che ha spiegato le ragioni di questo particolare presepe.

La comunità credente non può sentirsi estranea al problema della violenza sulle donne: violenza fisica, sessuale, psicologica e di sudditanza economica, rispetto all ha dichiarato il parroco La violenza sulle donne è una realtà drammatica che vive vicino a noi. Non possiamo far finta di nulla. Il messaggio, dunque, è rivolto agli uomini, perché comprendano che mai la violenza, in generale, e la violenza sulle donne, in particolare, può essere giustificata. Il messaggio è rivolto alle donne, perché denuncino, da subito, sempre. Coloro che conoscono il linguaggio della violenza, difficilmente cambiano. Vanno fermati.
ugg store locations Dare un calcio alla violenza sulle donne

ugg china di Aristotele e il processo di copertura a Galileo

ugg mens boots di Aristotele e il processo di copertura a Galileo

Vi chiedo scusa se mi intrometto nelle vostre conversazioni filosofiche. Voglio sottoporre alla vostra attenzione un documento

“La disputa sul sacramento eucaristico ferveva come non mai , all’epoca di Galileo”

“Fu una storia lunga e difficile quella del conflitto fra la ragione e la fede. Al suo confronto, l’opposizione alla verità astronomica eliocentrica fa la figura di un episodio marginale, di breve durata”

“Ora la dottrina della transustanzazione poneva molte sfide alla comprensione umana”

“Al dogma della transustazazione era facilmente assegnabile un grande destino filosofico”

“Si capisce così perché nessuna filosofia fosse più consona alle esigenze della fede della metafisica aristotelico tomistica, il cosidedetto ilemorfismo”

“Quando ci si rese conto di questo grande vantagggio della filosofia di san Tommaso, caddero tutti i preconcetti e le remore inizialmente nutrite contro l’adozione non solo della logica, ma anche della filosofia della natura di un filosofo pagano come Aristotele”

“Tutti costoro si scontrarono , come un giorno anche Galileo, con la questione eucaristica”

“Fu in grande misura in funzione del successo con cui permetteva di affrontare i problemi filosofici e logici dell’eucarestia che la dottrina aristotelica della materia adottata da san Tommaso l’ilemorfismo, vocabolo oggi negletto ha avuto un successo nell’insegnamento filosofico ufficiale più durevole rispetto a qualsiasi altra teoria della costituzione dei corpi naturali. Tant’é che viene ancora insegnato nelle università cattoliche dei nostri giorni”

Ho riportato alcuni passaggi tratti dal libro “Galileo Eretico” di Pietro Redondi (Einaudi). La tesi dell’autore è che il processo a Galileo, accusato di professare l’eliocentrismo, fu una copertura per una colpa ben più grave quella di avere sostenuto la teoria atomistica che metteva in serio pericolo il dogma dell’eucaristia.

Modificato da Mario Marchitti il 23/09/2003 000123

“Un corpo, secondo questa teoria [l’ilemorfismo], è composto di due principi metafisici la materia, che dà al corpo la sua estensione, e la forma, principio qualitativo che gli conferisce attività e proprietà specifiche. Un sostanza è il prodotto di questi due principi. Ora, nell’eucaristia, si aveva sostanza diversa dalla sua estensione, dato che la sostanza del corpo di Cristo non coincideva evidentemente né con l’estensione dell’ostia né con le proprietà sensibili di questa.

Il grande vantaggio della teoria ilemorfistica era di carattere economico essa permetteva di ridurre il mistero dell’eucaristia a un miracolo solo. Ossia la sola separazione miracolosa di un corpo dalla sua estensione.

Separata così la materia dall’estensione, ossia dalla quantità, la transustanziazione diventava una dottrina perfetamente razionale.

Galileo non parlava di eucaristia, nel Saggiatore, e noi a tanta distanza di tempo possiamo stupirci di un’obiezione dottrinale apparentemente così lontana dalla fisica. Ma nel secolo XVII, come abbiamo visto, “colore, odore, sapore” erano termini culturali che designavano prima di ogni altra cosa l’esperienza quotidiana del miracolo eucaristico. Erano parole del linguaggio teologico e della vita religiosa di tutti i giorni.

C’erano insomma una erudizione secolare, dei presupposti intellettuali e una mentalità, dietro quelle parole.

Ma Galileo con il Saggiatore aveva voluto attaccare l’erudizione, il principio dell’autorità dogmatica, il consenso sottomesso alla tradizione e, soprattutto , l’inestricabile connessione piena di equivoci fra la ragione e la fede. Né lui né i suoi editori romani, esperti in teologia, potevano ignorare la pericolosità delle parole “colore, odore, sapore” o la delicatezza del rapporto fra sostanza e quantità. Ma la loro fede contemplativa imponeva di abbandonare anche su quel punto delicato, il più importante, la commistione fra scolastica e fisica.

La filosofia del Saggiatore annunciava la rovina della nuova scolastica?”

Pietro Redondi Galileo Eretico Einaudi

Ma forse, nella vicenda Galileo c’era un’altra realtà, reticente, inafferrabile. Siamo andati a cercare la realtà lasciata in ombra dalla storia ufficiale chiedendoci se da essa poteva dipendere il valore di verità extralinguistica e extrascientifica della sostituzione di teorie in fisica da parte di Galileo.

Insensibile ai vecchi schemi illuministici e positivistici, questo libro ha cercato di essere sensibile alla civiltà del secolo XVII, il secolo dell’ombra rivelatrice in pittura e della dissimulazione onesta, arte della prudenza, nella vita civile e intellettuale.

Il tempo di Galileo era la culla inesauribile dell’astuzia e della stupefazione. Esso ci ha riservato l’emozione di nuove risposte, di nuovi documenti rimasti celati nelle zone d’ombra della vicenda di Galileo e della rivoluzione scientifica di cui fu un pioniere e, se si vuole, un martire.

Pertanto questo libro non spiega tutto, cerca di capire e di capire dal didentro erano i vecchi schemi a spiegare tutto, a salvare tutte le apparenze e ad impedire di comprendere.”

Pietro Redondi, Galileo Eretico, Einaudi

“Gli storici della scienza alzano le spalle cosa ha che fare la teologia eucaristica con la fisica e la matematica di Galileo o di Descartes? Uno pseudoargomento di qualche gesuita velenoso come uno scorpione, un argomento puramento dialettico per nuocere a Galileo, un “machiavello” pieno di malizia. Un argomento extrascientifico, dunque non serio, non interessante. Un’infamia, indegna di considerazione storica, da registrare al massimo nell’inventario del fanatismo teologico di alcuni colti scienziati gesuiti. Penso che siano stati argomenti del genere a far trascurare completamente, anche quando essa era ben visibile, la questione contro la quale la fisica di Galileo si era scontrata.

E le teorie eucaristiche di Descartes, Varignon, Leibniz? Gli storici della scienza sorridono con indulgenza.

Gia, come spiegare l’aspra passione, per noi incomprensibile, con cui tanti uomini di cultura scienziati, teologi, filosofi (impersonati spesso dalle medesime persone) diedero il meglio delle loro preoccupazioni intellettuali e anche la loro vita, per argomenti che sembrano cosi scolastici. Come spiegare a quegli uomini cattolici del secolo XVII che noi, oggi, non capiamo le loro passioni speculative e che preferiamo guardare altrove, perche esse ci imbarazzano, in quanto noi siamo discendenti di Galileo e, dopo tanto tempo, siamo diventati tutti, cattolici e laici, dei moderni bigotti scientifici. “
ugg china di Aristotele e il processo di copertura a Galileo

ugg scontati originali Debuttano su Agon Channel Luisella Costamagna e Monica Setta

ugg australia shop Debuttano su Agon Channel Luisella Costamagna e Monica Setta

Il 16 febbraio e poi ogni lunedì alle ore 21.15 debutta su Agon Channel (DTT, canale 33) “Lei non sa chi sono io”, il nuovo programma di approfondimento politico di Luisella Costamagna, che in ogni puntata intervista in diretta dal nuovo studio di Roma un personaggio di rilievo del sistema politico italiano.

Mentre ci si interroga sulla crisi del talk politico, la Costamagna si smarca e decide di incontrare in un incalzante faccia a faccia i politici che quotidianamente vediamo discutere nei salotti di tutte le Tv con l’obiettivo di “calare” la maschera di quella grande commedia dell’arte che è il talk show (vivo o morto che sia) e di raccontare, nel bene e nel male, anche le persone.

In ogni puntata la Costamagna “radiograferà” un ospite politico con un’intervista a 360 gradi per metterlo alle strette sulle sue posizioni e dichiarazioni presenti e passate, commentare l’attualità politica, sapere quali “ricette” propone per il presente e il futuro del Paese, ma anche per conoscerlo meglio: la sua formazione, la sua storia, com’è entrato in politica, i suoi gusti, la sua vita.

Il titolo “Lei non sa chi sono io” si riferisce non solo alla classica frase biglietto da visita del potere, ma rimanda anche alla nuova luce che di volta in volta verrà gettata sull’ospite: dettagli della sua vita, studi, frequentazioni, passioni e altri elementi che forse non si conoscono più di tanto.

Il programma della Costamagna è il primo che Agon Channel produce e realizza interamente in Italia, nel nuovo studio di Roma, che si va ad aggiungere al centro di produzione di Tirana e allo studio di Londra dal quale si trasmettono i collegamenti del talent show “Leyton Orient”.

Dal 23 febbraio, poi, ogni giorno dal lunedì al venerdì alle ore 13.00 su Agon Channel è arrivata Monica Setta con il talk “Quello che le donne non dicono”.

Un programma tutto al femminile che, in ogni puntata, mette a confronto due donne incrociando le rispettive storie personali e professionali attraverso un percorso simbolico in 5 tappe: il libro, la canzone del cuore, la fotografia che rappresenta la memoria, un elemento di moda (vestito, scarpe, accessori etc.) destinato a svelare il rapporto che lega la protagonista all’immagine e il piatto preferito.

Attrici, scrittrici, show girls, cantanti, giornaliste, politiche, manager, imprenditrici ma anche libere professioniste si alternano nel salotto del day time di Agon Channel, condotto da Monica Setta, scritto con Andrea Mennella, giovane autore di programmi Tv di successo a Mediaset, Rai, Sky e Real Time. La regia è di Gianluca Staffa, il produttore Valerio Crescentini. Senza dubbio sarà questo uno dei temi sul tavolo all Ibc 2016. Nell di Davide Moro un interessante punto di vista sull e un quesito finale aperto a tutti i lettori.
ugg scontati originali Debuttano su Agon Channel Luisella Costamagna e Monica Setta

ugg au del tifo interista

negozi ugg milano del tifo interista

11:15 FFP, SERVONO 70 MILIONI ENTRO IL 30 GIUGNO 2018. SUNING VUOLE LA CHAMPIONS, A GENNAIO OPERAZIONI ALLA GAGLIARDINI 11:00 TS INTER, L’ARRIVO DI BASTONI ANTICIPATO A GENNAIO 10:45 ODDO: “INTER SQUADRA FISICA CHE VIVE SULLE INDIVIDUALIT. JANKTO? NON ANCORA PRONTO PER UNA BIG” 10:30 CDS INTER, DE VRIJ E GORETZKA OBIETTIVI PER GIUGNO 10:15 TS MERCATO INTER, PASSA TUTTO DA J. MARIO: SI LAVORA A UNO SCAMBIO CON PASTORE. MATA MKHITARYAN ALTERNATIVE 10:00 GDS VERSO SASSUOLO INTER, SPALLETTI PENSA A QUALCHE CAMBIO: DENTRO JOAO CANCELO E NAGATOMO? 09:45 TS BORSINO INTER: SCENDE RAMIRES, SALE ALEX TEIXEIRA 09:30 CDS JOAO MARIO RISTABILITO: ORA PUNTA IL SASSUOLO 09:15 TS INTER, OBIETTIVO ESTERNO D’ATTACCO: DA VERDI A DEULOFEU, PASSANDO PER DI FRANCESCO: TUTTI I NOMI

EDITORIALE di Gabriele Borzillo

Finalmente, mi viene da dire. Finalmente siamo inciampati, con buona pace di quelli che il VAR vi aiuta, quelli che siete in alto solo per fortuna, quelli che ritiro la squadra dal campionato, c un complotto per far andare avanti l quelli che abbiamo p.
ugg au del tifo interista