ugg inserts Miracolo a Le Havre

male ugg boots Miracolo a Le Havre

Come in tutti i film di Aki Kaurismki, la connotazione geografica del film è puramente simbolica. Le Havre è un porto qualsiasi, che nella sua accezione più profonda diventa rifugio: rifugio per il protagonista, Michel Marx, un uomo semplice e sereno, felice di trascorrere la sua esistenza a fianco di Arletty, moglie tenerissima, e ai vicini di casa, sempre pronti a dare una mano nel momento del bisogno. Rifugio per Idrissa, un giovane clandestino sbucato da un container africano e ricercato dalle autorità, sotto la guida del flemmatico e nerovestito ispettore Monet, ma nascosto dalla benevolenza di Michel e dei suoi amici.

Miracolo a Le Havre è una storia tenera e intrisa di utopia, realizzata con forma unica e inconfondibile cui ci ha abituato Kaurismki. Poetico, con tocchi di comicità, il regista finlandese ricorda Buster Keaton, un comico che riusciva a essere squisitamente divertente anche senza bisogno di sorridere. Sono piccoli particolari, come lo sguardo deluso del protagonista che per campare fa il lustrascarpe, al vedere che tutti indossano scarpe da tennis o stivali di gomma;
ugg inserts Miracolo a Le Havre
o come l Monet nell di acquistare un ananas. Il primo fa sorridere coll forbito (che serve anche a tener buoni i creditori); il secondo sostituisce alle parole una mimica essenziale ma dai perfetti tempi comici. Il tutto condito dalla confezione tipica di Kaurismki, un ambiente anacronistico che mescola passato e presente in modo sapientemente bilanciato: il protagonista vivacchia modestissimamente come lustrascarpe ambulante (come egli stesso lo definisce, “il mestiere più vicino al Discorso della Montagna”), sua moglie (Kati Outinen, una costante del regista) è donna tanto affettuosa quanto di scarse parole ed espressioni; l guida una Renault dei primi anni la casa di Michel, senza televisione né telefono, sembra ferma al dopoguerra, come pure le botteghe o il bistrot che frequenta.

I colori appartengono a una tavolozza che si trova solo nei film di Kaurismki: verdi bottiglia, azzurro oltremare, marroncini, con ogni tanto una macchia di giallo o di rosso che accentua il chiaroscuro delle scene. Così pure i nomi: l del film si chiama Marx e ha una cagnetta di nome Laika (come il primo animale mandato in orbita dai sovietici). Sua moglie si chiama Arletty (come una famosa attrice) e l Monet, in omaggio alla Francia. Ben lontano comunque da ogni connotazione ideologica (ma anche dalla tensione drammatica di alcuni dei suoi film più riusciti), in Miracolo a Le Havre, come in Miracolo a Milano di De Sica, si sogna un paese dove buongiorno voglia dire veramente buongiorno, e anche il più truce tra i tutori dell nasconda un cuore d Musicco
ugg inserts Miracolo a Le Havre

ugg stivali MIQUE ET TENSEUR DE DIFFUSION

ugg foto MIQUE ET TENSEUR DE DIFFUSION

All JournalsMatériels et méthodes: 41patients (18déficits transitoires, 23déficits persistants, IRM 48heures) suspects d’accident ischémique ont bénéficié de deux séquences de diffusion (gradients de diffusion appliqués dans 3directions, 2excitations, durée: 40secondes et 9directions, 1excitation, durée: 50secondes, autres paramètres identiques). Pour ces deux séquences, les variables suivantes ont été comparées (test de Wilcoxon): nombre de lésions ischémiques récentes, étendue, valeur absolue du signal et de l’ADC, valeur relative du signal et ratio d’ADC. L’anisotropie fractionnée a été mesurée au sein de la lésion sur la séquence à 9directions.

Résultats: 24patients avaient des lésions ischémiques sur les 2séquences. Chez 4 d’entre eux (dont un AIT), la séquence à 9directions montrait plus de lésions (5mm) que la séquence à 3directions. Les deux séquences étaient normales chez les 17autres patients (AIT=4, diagnostic différentiel=7, indéterminé=6). Il n’existait pas de différence significative entre les séquences à 3 et 9directions pour les autres paramètres étudiés. L’anisotropie fractionnée était en moyenne abaissée de 10% au sein des lésions ischémiques. The following variables were compared (Wilcoxon test): number and extent of lesions, MRI signal and absolute ADC values, relative signal intensity and ADC ratio. Fractional anisotropy was measured within the principal lesion on the 9directions sequence.

Results: 24patients presented a lesion on both sequences. Four of them (including one TIA) had more lesions (5mm) on the 9directions sequence than on the 3directions sequence. Both sequences were normal for the 17 remaining patients (TIA=4, differential diagnosis=7, indeterminate=6). No significant difference was found for the other study parameters between 3 vs 9directions sequences. MR imaging of intravoxel incoherent motions: application to diffusion and perfusion in neurologic disorders. Radiology 1986; 161: 401 407. Les travaux les plus récents en démontrent l’intért dans la prise en charge précoce de l’ischémie cérébrale [10Oppenheim C, Stanescu R, Dormont D et al. IRM de diffusion et ischémie cérébrale. Quand calculer le coefficient de diffusion? J Neuroradiol 1999; 26: 242 248. Detectability and detection rate of acute cerebral hemisphere infarcts on CT and diffusion weighted MRI. Neuroradiology 2000; 42: 722 727. Is there an apparent diffusion coefficient threshold in predicting tissue viability in hyperacute stroke? Stroke 2001; 32: 2486 2491. La séquence en tenseur de diffusion (DTI), outre son intért pour l’étude de la substance blanche [7Le Bihan D, Mangin J, Poupon C et al. Diffusion Tensor Imaging: Concepts and Applications. J Magn Reson Imaging 2001; 13: 534 546. Intért du tenseur de diffusion et du tracking de fibres dans l’exploration d’une myélinolyse centro pontique. J Neuroradiol 2005; in press. Diffusion tensor MR imaging of the human brain. Radiology 1996; 201: 637 648. IRM en tenseur de diffusion de la dégénérescence wallérienne: à propos d’une observation. Rev Neurol 2003; 159: 670 672. Three dimensional anisotropy contrast magnetic resonance axonography to predict the prognosis for motor function in patients suffering from stroke. J Neurosurg 2001; 94: 955 960. Ce dernier est peu décrit à la phase aigu de l’ischémie cérébrale artérielle [17Sotak CH. The role of diffusion tensor imaging in the evaluation of ischemic brain injury a review. NMR Biomed 2002; 15: 561 569. L’objectif de ce travail est de comparer la sensibilité de ces deux types séquences en diffusion pour la détection de lésions à la phase aigu de l’ischémie artérielle.

Top of the page Article Outline

Une relecture de chaque examen a été réalisée sur une console de post traitement, en relevant la présence ou non de signes d’accident ischémique sur les séquences conventionnelles (par un observateur). l’aide d’un logiciel dédié (Functool, General Electric, Buc, France), les cartes d’ADC ont été calculées pour les deux séquences de diffusion, ainsi que la cartographie d’anisotropie fractionnée pour le tenseur de diffusion. Sur les images de diffusion (image isotropique) ont été analysées le nombre et le volume de chaque lésion. Une région d’intért (ROI) a été placée au centre de chaque lésion (30mm) et de chaque région homologue placée en miroir dans l’hémisphère controlatéral afin d’obtenir une mesure du signal (en unité arbitraire) et le ratio de signal du cté pathologique par rapport au cté sain (rSignal). Sur les cartographies d’ADC ont été retenues la valeur absolue d’ADC des lésions et le ratio d’ADC de la ROI pathologique par rapport au cté sain (rADC). De mme, des ratios d’anisotropie ont été calculés sur les cartes d’anisotropie fractionnée. Un test non paramétrique de Wilcoxon a comparé ces différents indices entre les séquences à 3directions (DWI) et à 9directions (DTI). Si plusieurs lésions étaient présentes, seule la plus volumineuse en taille était retenue pour les mesures.

Top of the page Article Outline

Sur les 41patients, 17 n’avaient aucune anomalies significatives sur les séquences DWI et DTI. Sur la base des données cliniques et paracliniques disponibles en fin d’hospitalisation, les diagnostics suivants ont été retenus: quatre accidents vasculaires ischémiques transitoires, trois épisodes migraineux, deux crises convulsives partielles, un vertige, une conversion hystérique, et l’absence de cause évidente pour six patients.

Les deux séquences (DWI et DTI) ont conduit aux mme conclusions pour vingt des vingt quatre patients restants; il s’agissait alors exclusivement d’accidents ischémiques constitués. Concernant les quatre sujets restants, la séquence DTI s’est montrée supérieure à la séquence DWI pour détecter davantage de lésions ischémiques. Il s’agissait de trois accidents constitués et d’un accident ischémique transitoire (figures1 à 4).

Dans les premières heures suivant l’apparition d’un déficit neurologique brutal, la séquence d’IRM de diffusion s’est imposée pour l’imagerie directe et précoce du parenchyme cérébral ischémique [9Lucas C, Pruvo JP, Vermersch P et al. Les urgences neurologiques. J Neuroradiol 2004; 31: 244 251. La séquence de diffusion telle qu’elle est utilisée en routine clinique (3directions) présente cependant des limites notamment pour les lésions de petite taille (5mm): existence de faux négatifs dans les premières heures [12Oppenheim C, Stanescu R, Dormont D et al. False negative diffusion weighted MR findings in acute ischemic stroke. AJNR Am J Neuroradiol 2000; 21: 1434 1440.
ugg stivali MIQUE ET TENSEUR DE DIFFUSION

scarpe ugg sito ufficiale Mino Raiola

ugg deals Mino Raiola

Sir Alex Ferguson, ex manager e oggi dirigente del Manchester United, ha da poco pubblicato un nuovo libro: si intitola ‘Leading’ e racconta alcuni aspetti inediti della sua carriera di allenatore dei Red Devils, ma non solo. Tra gli episodi che emergono dalle pagine del nuovo libro di Ferguson, c’è anche il trasferimento di Paul Pogba dallo United alla Juventus: il regista dell’operazione fu Mino Raiola, attuale procuratore del nazionale francese, che nel racconto del suo ex tecnico, riuscì ad ingraziarsi il ragazzo e la sua famiglia, nonostante avesse già l’accordo per il prolungamento.

Ferguson, che ha detto addio alla panchina nell’estate del 2013, si toglie così qualche sassolino dalla scarpa: la sua nuova autobiografia, infatti, è destinata a fare molto discutere. I tifosi del Manchester United lo considerano un monumento del club, ma non gli hanno mai perdonato il fatto di essersi lasciato sfuggire Paul Pogba nell’estate del 2012. L’ex manager si difende e sostanzialmente lascia capire che nulla ha potuto al cospetto dello strapotere di Raiola:
scarpe ugg sito ufficiale Mino Raiola

ugg boots shop online Ministero della Sanit

prezzo stivali ugg Ministero della Sanit

Decreto Ministeriale Ministero della Sanit 27 agosto 1999, n. 332

“Regolamento recante norme per le prestazioni di assistenza protesica erogabili nell’ambito del Servizio sanitario nazionale: modalit di erogazione e tariffe.”

1. Il presente regolamento individua le prestazioni di assistenza protesica che comportano l’erogazione dei dispositivi riportati negli elenchi 1, 2 e 3 del nomenclatore di cui all’allegato 1, erogabili nell’ambito del Servizio sanitario nazionale (Ssn) erogabili nell’ambito del Servizio sanitario nazionale (SSN) fino al 31 dicembre 2001e ne definisce le modalit di erogazione. Entro la suddetta data il Ministro della sanit provvede a ridefinire la disciplina dell’assistenza protesica e le tariffe massime da corrispondere ai soggetti erogatori dei dispositivi di cui all’elenco 1 del nomenclatore. (1)

2. L’elenco n. 1 del nomenclatore contiene i dispositivi (protesi, ortesi e ausili tecnici) costruiti su misura e quelli di serie la cui applicazione richiede modifiche eseguite da un tecnico abilitato su prescrizione di un medico specialista ed un successivo collaudo da parte dello stesso. L’elenco n. 1 contiene, altres i dispositivi di fabbricazione continua o di serie finiti che, per essere consegnati ad un determinato paziente, necessitano di essere specificamente individuati e allestiti a misura da un tecnico abilitato, su prescrizione del medico specialista. I dispositivi contenuti nell’elenco n. 1 sono destinati esclusivamente al paziente cui sono prescritti. La loro applicazione effettuata da un tecnico in possesso del titolo abilitante all’esercizio della specifica professione o arte sanitaria ausiliaria, ai sensi del regio decreto 27 luglio 1934, n. 1265, dell’articolo 6 del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502 e successive modificazioni e integrazioni e dell’articolo 4 della legge 26 febbraio 1999, n. 42.

3. L’elenco n. 2 del nomenclatore contiene i dispositivi (ausili tecnici) di serie la cui applicazione o consegna non richiede l’intervento del tecnico abilitato.

4. L’elenco n. 3 del nomenclatore contiene gli apparecchi acquistati direttamente dalle aziende unit sanitarie locali (Usl) ed assegnati in uso con le procedure indicate nell’articolo 4.

5. Qualora l’assistito scelga un tipo o un modello di dispositivo non incluso nel nomenclatore allegato al presente regolamento, ma riconducibile, a giudizio dello specialista prescrittore, per omogeneit funzionale a quello prescritto ai sensi dell’articolo 4, comma 2, l’azienda Usl di competenza autorizza la fornitura e corrisponde al fornitore una remunerazione non superiore alla tariffa applicata o al prezzo determinato dalla stessa azienda per il dispositivo incluso nel nomenclatore e corrispondente a quello erogato.

6. In casi particolari, per i soggetti affetti da gravissime disabilit l’azienda Usl pu autorizzare la fornitura di dispositivi non inclusi negli elenchi del nomenclatore allegato, sulla base dei criteri fissati dal Ministro della Sanit d’intesa con la Conferenza per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome, relativi alle condizioni dei soggetti, alle modalit di prescrizione e di controllo e alla tipologia di dispositivi che possono essere autorizzati.

(1) Il Decreto del Ministero della Sanit 31 maggio 2001, n. 321, ha prorogato la scadenza precedentemente fissata al 31 dicembre 2000, al 31 dicembre del 2001.

Art. 2

(Aventi diritto alle prestazioni di assistenza protesica)

1. Hanno diritto all’erogazione dei dispositivi contenuti nel nomenclatore gli assistiti di seguito indicati, in connessione a loro menomazioni e disabilit invalidanti:

a) gli invalidi civili, di guerra e per servizio, i privi della vista e i sordomuti indicati rispettivamente dagli articoli 6 e 7 della legge 2 aprile 1968, n. 482, nonch i minori di anni 18 che necessitano di un intervento di prevenzione, cura e riabilitazione di un’invalidit permanente.

b) gli istanti in attesa di accertamento che si trovino nelle condizioni previste dall’articolo 1 della legge 11 febbraio 1980, n. 18;

c) gli istanti in attesa di riconoscimento cui, in seguito all’accertamento sanitario effettuato dalla commissione medica dell’azienda Usl, sia stata riscontrata una menomazione che comporta una riduzione della capacit lavorativa superiore a un terzo, risultante dai verbali di cui all’articolo 1, comma 7, della legge 15 ottobre 1990, n. 295;

d) i soggetti laringectomizzati e tracheotomizzati, ileo colostomizzati e urostomizzati, i portatori di catetere permanente, gli affetti da incontinenza stabilizzata nonch gli affetti da patologia grave che obbliga all’allettamento, previa presentazione di certificazione medica. Per i suddetti soggetti,
ugg boots shop online Ministero della Sanit
la prescrizione, redatta da uno specialista del Ssn, dipendente o convenzionato, competente per la menomazione; indica i dispositivi protesici necessari e appropriati, riportati dall’allegato 2 rispettivamente nelle classi “Ausili per tracheotomia ISO 09.15”, “Ausili per stomie ISO 09.18”, “Cateteri vescicali ed esterni ISO 09.24” e “Raccoglitore per urina ISO 09.27”, “Ausili assorbenti l’urina ISO 09.30”, “Ausili per la prevenzione e trattamento lesioni cutanee ISO 09.21”, per il periodo intercorrente fino alla successiva visita di controllo, quando necessaria, e comunque per un periodo non superiore ad un anno. Nell’indicazione del fabbisogno, la prima prescrizione tiene conto della eventuale necessit di verificare l’adattabilit del paziente allo specifico dispositivo prescritto. L’azienda unit sanitaria locale di residenza dell’assistito autorizza la fornitura dei dispositivi per il periodo indicato dal medico prescrittore, prevedendo idonee modalit di consegna frazionata; (2)

d bis) i soggetti amputati di arto, le donne con malformazione congenita che comporti l’assenza di una o di entrambe le mammelle o della sola ghiandola mammaria ovvero che abbiano subito un intervento di mastectomia ed i soggetti che abbiano subito un intervento demolitore dell’occhio, previa presentazione di certificazione medica; (3)

e) i ricoverati in una struttura sanitaria accreditata, pubblica o privata, per i quali il medico responsabile dell’unit operativa certifichi la contestuale necessit e urgenza dell’applicazione di una protesi, di un’ortesi o di un ausilio prima della dimissione, per l’attivazione tempestiva o la conduzione del progetto riabilitativo, a fronte di una menomazione grave e permanente. Contestualmente alla fornitura della protesi o dell’ortesi deve essere avviata la procedura per il riconoscimento dell’invalidit Agli invalidi del lavoro, i dispositivi dovuti ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 30 giugno 1965, n. 1124, sono erogati dall’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (Inail) con spesa a proprio carico, secondo le indicazioni e le modalit stabilite dall’istituto stesso.

3. Sono fatti salvi i benefici gi previsti dalle norme in vigore in favore degli invalidi di guerra e categorie assimiliate.

4. Per ciascuno dei propri assistiti che fruisca delle prestazioni di assistenza protesica, l’azienda Usl tenuta ad aprire e a mantenere aggiornata una scheda/fascicolo, contenente la documentazione attestante la condizione di avente diritto, le prestazioni erogate e le relative motivazioni e la data delle forniture.

(2) lettera cos modificata dall’articolo 2 del Decreto del Ministero della Sanit 31 maggio 2001, n. 321

(3) lettera aggiunta dall’articolo 2 del Decreto del Ministero della Sanit 31 maggio 2001, n. 321

Art. 31. Per l’erogazione dei dispositivi definiti “su misura” ai sensi dell’articolo 1, comma 2, lettera d), del decreto legislativo 24 febbraio 1997, n. 46, inclusi nell’elenco 1 del nomenclatore di cui all’allegato 1, le regioni e le aziende Usl si rivolgono ai soggetti iscritti presso il Ministero della sanit ai sensi dell’articolo 11, comma 7, del citato decreto legislativo n. 46 del 1997. A tal fine il contenuto della banca dati di cui al comma 7 dell’articolo 11 del medesimo decreto legislativo messo a disposizione delle regioni.

2. Per l’erogazione dei restanti dispositivi inclusi nell’elenco 1 del nomenclatore di cui all’allegato 1, le regioni e le aziende Usl si rivolgono ai soggetti autorizzati all’immissione in commercio, alla distribuzione o alla vendita ai sensi della normativa vigente, che dispongano del tecnico abilitato di cui all’articolo 1, comma 2, operante in nome e per conto del fornitore mediante un rapporto di dipendenza o professionale che ne assicuri la presenza per un orario tale da garantire la fornitura dei dispositivi entro i termini previsti dall’articolo 4,
ugg boots shop online Ministero della Sanit
comma 7.

spaccio ugg milano Miniatures Design Collection

ugg cardy Miniatures Design Collection

Si chiama Miniatures Design Collection lo special project di Melissa, il brand brasiliano delle plastic shoes, tra arte, design, moda e architettura. Un progetto che guarda ai fashionisti e collezionisti e che ruota attorno ai modelli icona del brand nati in questi anni dalle collaborazioni con artisti, designer e architetti internazionali che hanno realizzato ognuno con il suo “touch” differente su dettagli, colori, forme e volumi alcuni modelli per il brand.

Ecco allora in formato mignon, una selezione delle proposte dei fratelli Campana, Karim Rashid, Zaha Hadid e Gaetano Pesce, diventare special pieces di grande impatto visivo, da collezionare. Un omaggio in questa prima edizione a Melissa + Zaha Hadid, Melissa + Karim Rashid High, Melissa + Gaetano Pesce e Melissa + Campana Zig Zag.

I fratelli Campana per primi, nel 2004,
spaccio ugg milano Miniatures Design Collection
con la Campana Zig Zag handbag e due anni più tardi le ballerine, Campana Zig Zag ballet. Nel 2005, Melissa High. La scarpa “a goccia”, dal tacco altissimo, realizzata con il designer egiziano Karim Rashid. Tre anni più tardi, nel 2008, è la volta del celebre designer e architetto iracheno Zaha Hadid che affacciandosi per la prima volta nel mondo della moda realizza con Melissa i suoi boots aerodinamici. Dal tacco leggerissimo, sono caratterizzati da cinghie di gomma che in un gioco equilibrio complementare di linee, incastri e volumi diventano uniti nel paio la scarpa scultura da indossare.

Nel 2010 il lavoro di Gaetano Pesce, uno dei grandi architetti e designer italiani di fama internazionale, sitraduce per Melissa nell’ ankle boot “customizzabile”. Dando a chi le indossa, guizzo e imput di creatività. Ilcliente con un veloce taglio di forbice può personalizzare la scarpa trasformandola in una ballerina, unaflip flop o un nuovo modello a sua ideazione.

“Il progetto è nato dal grande amore di Melissa per ogni collaborazione realizzata in questi 35 anni. Per celebrare queste cinque partnerships, abbiamo deciso di giocare con l’alchimia della plastica, sperimentandoper la prima volta una nuova dimensione. Le miniature hanno donato un nuovo look ai modelli, diventandocosì dei piccoli capolavori per i nostri fans” afferma Edson Matsuo,
spaccio ugg milano Miniatures Design Collection
Direttore Creativo del brand.

knightsbridge ugg boots Miley Cyrus vorrebbe andare al Royal Wedding di William e Kate

ugg dakota moccasins Miley Cyrus vorrebbe andare al Royal Wedding di William e Kate

Miley Cyrus vuole fare la valletta e portare i fiori al matrimonio reale tra William e Kate.

Miley ha un animo da rocker ma crede anche alle favole, come il momento da favola che sta vivendo con la sua famiglia riunita. Vorremmo solo dare un consiglio a mamma Tish: se esci con Miley che indossa i sandali, forse ha poco senso indossare gli Ugg. Guarda la gallery di Miley Cyrus a cena con tutta la famiglia a Los Angeles. 196/2003 (“Codice in materia di protezione dei dati personali”), tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Conformemente all’impegno e alla cura che la nostra società dedica alla tutela dei dati personali, La informiamo sulle modalità, finalità e ambito di comunicazione e diffusione dei Suoi dati personali e sui Suoi diritti.

I dati personali che Lei fornirà alla nostra società, verranno registrati e conservati su supporti elettronici protetti e trattati con adeguate misure di sicurezza anche associandoli ed integrandoli con altri DataBase.

I dati saranno trattati da “Intermedia mmh Srl” esclusivamente con modalità e procedure necessarie per fornire i servizi da Lei richiesti. I dati non saranno diffusi ma potranno essere comunicati a società che svolgono per nostro conto compiti di natura tecnica od organizzativa, strumentali alla fornitura dei servizi richiesti. I Suoi dati personali potranno inoltre essere comunicati a terzi per adempiere ad obblighi di legge, ovvero per rispettare ordini provenienti da pubbliche autorità ovvero per esercitare un diritto in sede giudiziaria.

Il conferimento dei dati è facoltativo, ma necessario per poterLe permettere di accedere ai servizi da noi offerti.

Lei ha diritto di conoscere, in ogni momento,
knightsbridge ugg boots Miley Cyrus vorrebbe andare al Royal Wedding di William e Kate
quali sono i Suoi dati e come essi sono utilizzati. Ha anche il diritto di farli aggiornare, integrare, rettificare o cancellare, chiederne il blocco ed opporsi al loro trattamento. Ricordiamo che questi, ed altri, diritti sono previsti dal Art.7 del D. Lgs 196/2003. Conformemente alla normativa vigente Le chiederemo quindi di esprimere il consenso per i trattamenti di dati barrando la casella “Accetto”.

Per ogni informazione riguardo ai diritti può rivolgersi, a tal fine, al titolare del trattamento dei dati personali: Intermedia mmh Srl, con sede in Bologna, via Orfeo 15, VAT IT 07468490631, tel +39 051 2960763.
knightsbridge ugg boots Miley Cyrus vorrebbe andare al Royal Wedding di William e Kate

ugg facebook Milano Moda Uomo

ugg boots classic short Milano Moda Uomo

Capi con interni mutabili ed esterni trasformabili, linee quadrate sempre con il punto vita segnato da cinte, colori che spaziano dal blu royal al bianco, passando per il giallo e per il rosso, in ogni sua sfumatura, sino al nero, e ancora, completi a tre pezzi con l’uso del gilet, damaschi e ricami di passamaneria, anche piuttosto eccentrici.

Questo e molto altro è stato presentato durante l’appuntamento dedicato alla moda maschile, in scena a Milano, dal 21 al 24 giugno 2014: una ‘quattro giorni’ intensa e frenetica: tra le sfilate in calendario, Corneliani, Ermenegildo Zegna, Costume National Homme, Versace, Philipp Plein il primo giorno; Bottega Veneta, Iceberg, John Richmond, Salvatore Ferragamo, Tod’s, Missoni, Prada, Antonio Marras il secondo; Emporio Armani, Gucci, Etro, Canali, Fendi il terzo giorno; per poi concludere, tra gli altri, con Disquared2, Giorgio Armani, Ermanno Scervino, Frankie Morello, Roberto Cavalli.

Colori, luci e tanti eventi hanno illuminato la città da mattina a sera, passando dalle sfilate alle presentazioni (tra cui: Harmont Blaine, Trussardi, Hogan, Boglioli, Church’s, Fratelli Rossetti, Sergio Rossi, Valextra, Santoni, Alberto Guardiani, Bally, Giuseppe Zanotti Design Homme, Pal Zileri, Piquadro Opera, Car Shoe, Belstaff, Brioni), sino alle new openings, agli eventi e ai cocktails più glamour, rigorosamente su invito.

Tra le novità di questa edizione della Milano Fashion Week dedicata alla collezione uomo per la primavera/estate 2015, bermuda over e pantaloncini con risvolti a metà polpaccio, ma anche jeans ricamati e una nuova idea di smoking: giacca bianca e pantalone nero a tre quarti.

L’uomo presentato a Milano indossa anche, con eleganza e naturalezza, spolverini molto leggeri, capi di estrema fluidità, anche di seta, e completi spezzati tra righe e quadretti così come giacche di alta sartoria italiana, in cachemire e lino, spesso abbinate a maglie scollo a V e a scarpe ricercatissime dai colori vivaci, come il turchese, il verde, l’arancio e il rosso.

Si impone sulle passerelle anche un abbigliamento ‘water world’ con giacche da yacht e scarpe da vela in pitone, per chi ama essere sempre elegante e sofisticato, e ama viaggiare e vivere il mare fino in fondo, anche in modo opulento ed originale.

Tra i tessuti, tanto lino (liscio, stropicciato, scolorito), cotone, seta, nuovi cachemire double, pelle spesso intrecciata, e pvc sino a materiali alternativi come il sughero, il legno, la canapa e filati innovativi come l’ortica, la soia e la banana.

Moda spensierata e informale, quindi, quella presentata a Milano, ma anche attenta ai dettagli, preziosi e sofisticati, nascosti in mirabili cuciture, nei bottoni gioiello, nei tessuti di altissima qualità e nella pregiata manifattura artigianale.
ugg facebook Milano Moda Uomo

ugg bomber Milano Moda Uomo Gennaio 2017

ugg con bottone Milano Moda Uomo Gennaio 2017

Eleventy presenta la collezione Autunno Inverno 2017/18, creata per rivisitare i codici del vestire formale. Le necessità dell’uomo contemporaneo comporta una contaminazione tra generi e la nascita di un nuovo stile, il casual office dove il rigore della cravatta lascia il passo a maglie a collo alto, da indossare con giacche formali ma pantaloni sportivi in cotone; le camicie, anche in denim, sono da portare fuori dei pantaloni; e i personali accostamenti tra microfantasie e cromie diventano quasi di rigore.

I cappotti, più lunghi e dai volumi morbidi, sono anche in doppiopetto due bottoni e collo sciallato, interpretati da lane cotte o lana/cashmere in microfantasie o tinta unita. Per l’uomo d’affari che viaggia, il soft formal nel segno di una moderna praticità: le giacche sono destrutturate, da piegare come fossero maglie nei loro pesi piuma; gli abiti, declinati in tonalità chiare, hanno interventi che provengono dalla sartoria napoletana e mostrano una linea più morbida nei pantaloni nei tessuti dai pesi leggeri ma preziosi; e nella ricerca della leggerezza, il cappotto in cachemire ha un peso piuma che riscalda senza sentirlo addosso.

Nascono dalla contaminazione tra sportivo e militare,
ugg bomber Milano Moda Uomo Gennaio 2017
i capi new urban style proposti per il tempo libero con capospalla in fantasia camouflage o in tinta unita, bomber, nei tessuti tecnici dai colori effetto metallizzato e fodere a contrasto, da abbinare a una camicia over dai volumi più ampi, un pantalone baggy e sneakers o anfibio.

Per il weekend lo stile diventa leisure wear, nel confort di felpe vissute in tinto capo e tshirt over con scritte che invitano al relax; di trench in lana cotta e piumini camou da sovrapporre a giacca camicia in camoscio, gilet imbottiti in tessuto con cappuccio, cardigan bicolori, e pantaloni dalla linea morbida alla coscia. Nella ricerca culturale di lavorazioni esclusive artigianali, la linea Platinum si arricchisce di due capsule con proposte uniche non replicabili, perché realizzate a mano.

Nascono cosi i cardigan chiusi da zip a rombi e le maglie a collo alto in cachemire, mai uguali l’una dall’altra, lavorate con i ferri da esperte magliaie toscane; e la linea di scarpe su misura dove il lusso si raggiunge nell’utilizzo della pelle culatta di cavallo presso artigiani marchigiani e toscani. E nel tema del rispetto per l’ambiente, la scarpa viene tratta naturalmente in botte con grassi vegetali per un effetto raggrinzito used. Completano la collezione zaini, borse da lavoro, pochette con doppia zip e piccola pelletteria,
ugg bomber Milano Moda Uomo Gennaio 2017
realizzate da un artigiano veneto.

ugg boot australia Milano Moda Uomo Gennaio 2016

ugg roxy boots Milano Moda Uomo Gennaio 2016

A Milano Moda Uomo, Car Shoe presenta la collezione Uomo per l’Autunno Inverno 2016/17 con un’inedita versione della Driving Shoe dalle modellerie completamente rinnovate.

Nasce, infatti, un mocassino invernale costruito su una suola ”a guscio” realizzata in gomma che avvolge completamente il fondo della scarpa salendo lungo la tomaia, e che utilizza pellami sempre più ricercati ed una costruzione manuale.

La grande novità della prossima stagione,
ugg boot australia Milano Moda Uomo Gennaio 2016
però, è il un nuovo progetto chiamato Monogram 3.0 grazie al quale sarà possibile personalizzare ulteriormente le proprie calzature. Se prima si poteva customizzare le calzature con le letterine dorate, da ora si potrà personalizzare i propri mocassini con la classica monetina alla quale deve il nome l’iconico Penny Loafer.

Le monete riporteranno oltre al nome del brand Car Shoe e 1963 (anno di fondazione del marchio) anche le inziali del cliente e sarà possibile inserirle nella mascherina frontale delle calzature, come si usava negli Stati Uniti degli anni ’40 dove naque l’usanza.

I mocassini potranno essere personalizzati direttamente in negozio dove il personale di vendita provvederà a effettuare l’inserimento delle monete in tempo reale, consegnando un prodotto dallo spiccato carattere personale,
ugg boot australia Milano Moda Uomo Gennaio 2016
unico nelle sue caratteristiche. Il Monogram 3.0 sarà disponibile principalmente sulla linea di Driving Shoes sia da uomo che da donna.

ugg made in china Zeppe estate 2015

ugg compra online Zeppe estate 2015

Le zeppe sono in assoluto la scarpa dell’estate 2015 e possono essere estremamente sportive o molto eleganti. So che può sembrare strana questa distinzione ma nell’ultimo anno sono stati proposti davvero molti modelli differenti, dalla sneakers al sandalo. Quale scegliere? Ovviamente dipende dal tipo di look e dallo stile della persona. In linea di massima quelle che vi fanno stare più comode. Non esagerate con il tacco, perché le difficoltà a camminare in modo fluido possono subentrare anche con la zeppa.

Veniamo ora al classico sandalo o sabot con la zeppa, in corda o in legno (anche in sughero), come si abbina?

Attenzione alle gambe: le zeppe non perdonano e mettono in evidenza sia una gamba storta sia un polpaccio poco slanciato. Se cercate quindi di rendere la figura più longilinea, non fanno per voi.
ugg made in china Zeppe estate 2015